Fare marketing è come fare rock: 5 motivi che rendono il tuo marketing rock!

20 Nov 2019 | Social media | 1 commento

Non ho mai avuto dubbi: per me fare marketing è come fare rock! Proprio questo è alla base della mia comunicazione e oggi ti spiegherò i 5 motivi per cui credo tantissimo in questa cosa.
Per me comunicare è proprio come stare su un palco: come ti muovi, quello che fai vedere di te, come parli e quello che dici viene interpretato dalle persone che ti ascoltano. Se non le colpisci, sicuramente cambieranno piazza. Sta a te tenerle incollate al tuo spettacolo! Devi emozionare, mantenere l’attenzione alta e cercare di trasmettere alle persone davanti a te il tuo messaggio. Non hai molto tempo per farlo prima che decidano di andare via, ma stai sicuro che se la tua musica funziona il tuo pubblico saprà ripagarti alla grande. Beh, ti assicuro che le cose non cambiano se sostituisci musica con marketing. Vediamo insieme perché?

I 5 motivi che rendono il tuo marketing rock

 

  1. CI VUOLE DISCIPLINA
    Per imparare a suonare bene uno strumento ci vuole parecchia disciplina. Si studia e ci si esercita per anni. E ci si esibisce, per accumulare l’esperienza. Per imparare a fare marketing il percorso è uguale: la disciplina è assolutamente fondamentale. Aggiornamento costante, esercizio, pianificazione e test continui. Se non sbagli non puoi capire cosa può funzionare. Ma devi essere disciplinato per fare le cose bene o per non mollare dopo il primo errore.
  2. CI VUOLE RITMO
    Eh già. Bisogna tenere il ritmo alto per raggiungere gli obiettivi. In questo mondo iperconnesso e con una concorrenza sempre più pressante, non ci possiamo permettere di avere dei cali. Penserai che quest’idea è molto stressante e in parte hai ragione. Ma non sei solo: il mondo là fuori è pieno di professionisti pronti a darti una mano e con cui scambiare idee e consigli. Ma soprattutto pronti a sostenerti quando stai per mollare.
  3. CI VUOLE CORAGGIO
    Sì, hai letto bene. Ci vuole coraggio. Per testare cose nuove, per rischiare, per delegare tutto quello che non sei in grado di fare o di gestire. Ci vuole coraggio per differenziarsi dagli altri. Ci vuole coraggio per rimanere sempre fedeli a sé stessi (e nel marketing questo è fondamentale!). Se ti adatti e fai quello che fanno gli altri probabilmente faticherai ad emergere.
  4. CI VUOLE PASSIONE
    La passione muove il mondo. E non ti nascondo che è quello che muove anche me, ogni giorno. Sono certa che anche tu, come me, hai tante passioni che ti fanno sentire vivo. Pensa a quanto diventa semplice raccontare qualcosa che ti appassiona. Se sei tu il primo a credere in quello che fai, comunicandolo con passione, anche il tuo pubblico target ci crederà.
  5. CI VUOLE INTESA E COORDINAZIONE TRA I MEMBRI DEL GRUPPO
    La tua comunicazione può svolgersi su tantissimi canali. Devi quindi capire, analizzando il contesto e le tue risorse, quali sono i canali più adatti e sostenibili per la tua azienda. Ma come tra i membri di un gruppo rock, anche i tuoi canali di comunicazione dovranno trovare la giusta intesa e si dovranno coordinare per diventare davvero efficaci.

Per concludere…

Il tuo marketing dipende da te e da quanta passione ed energia ci metti. Proprio come in un concerto rock il tuo brand sarà il frontman. Le parole e la musica che metterai sul palco faranno la differenza, le azioni che farai nei confronti del tuo pubblico ti posizioneranno nella loro testa.
Quello che proveranno ascoltandoti, sarà esattamente l’immagine che avranno di te e del tuo brand alla fine del concerto.
Parleranno bene di te? Ti consiglieranno ad altre persone? Ti procureranno altri posti dove esibirti? Se avrai tenuto conto di tutti questi aspetti, probabilmente si.

Ricorda sempre: il tuo show è nelle tue mani!

Che dici, ti ho convinto? Pensi anche tu che il marketing abbia tantissimi punti in comune con la musica rock?
Se ti interessa approfondire e scambiare qualche idea con me rispetto a questo argomento, lasciami un commento o contattami sui social. Ho un sacco di voglia di sapere che cosa ne pensi.

1 commento

  1. Stefania

    Ciao Roby! Questo tuo punto di vista mi sembra davvero originale! E sono d’accordo con te su tutti i punti! Brava!

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.